Escursioni Mare Spiagge

Maiorca e le sue spiagge

Maiorca o Mallorca che dir si voglia è la più grande nonché magica isola del mediterraneo occidentale, parte dell’arcipelago delle Baleari. L’isola è conosciuta per i resort balneari, le baie protette, le montagne di roccia calcarea e i resti romani e moreschi.

Come Minorca, Ibiza e Formentera il clima tiepido, l’aria balsamica dei boschi e la brezza marina la rendono davvero unica. Così chiamate isole dell’eterna primavera e giovinezza questo angolo di paradiso offre 500 chilometri di costa maiorchina dove troverete scogliere a picco sul mare, piccole baie rocciose, calette nascoste e lunghe spiagge caraibiche di  bianca  sabbia finissima.  Sono oltre 300 le spiagge che potete godervi a Maiorca senza contare scogliere e minuscole calette, tutte meritano una visita, e soprattutto tutte meritano un bagno. Descriverle è ovviamente impossibile di seguito ho scelto di provare a rapire la vostra immaginazione e a portarvi con me alla scoperta delle 5 spiagge più belle e suggestive di questo paradiso terrestre.

Es Trenc.

Situata nella parte sud-ovest dell’isola nei pressi del villaggio di Campos, questo angolo di paradiso è circondato da una pineta e dalle saline, si trova lontano dagli hotel e dalla confusione architettonica ma dispone di un ampio parcheggio per cui non sarà poi così difficile potercisi fermare.

La poca profondità delle sue acque e le miti temperature hanno reso questa spiaggia la meta preferita delle famiglie con bambini. Le sue acque trasparenti e cristalline dai riflessi turchesi e circa tre chilometri di sabbia bianca fine circondata dalle dune le hanno fatto valere, meritatamente, il titolo di “Caraibi maiorchini”. E’ davvero uno spettacolo naturale dove la natura rimane ancora selvaggia e così naturalmente naturale! Inoltre al Es Trenc incontriamo anche l’unica fonte termale dell’isola, che, con le sue proprietà, offre un’alternativa rilassante e rigenerante ai turisti in visita in queste zone visto che d’estate, soprattutto nei mesi di luglio e agosto, questa spiaggia risulta essere molto affollata. Il paesaggio che attraverserai per raggiungere la spiaggia di Es Trenc è selvaggio e romantico, naturale al 100% non a caso meta preferita dai naturisti. La località turistica più vicina è Colonia St. Jordi che è a circa 2 km e mezzo dalla spiaggia. E dista solo 15 minuti di auto dal Villaggio di Campos. Si può raggiungerla sia in auto che in autobus. L’autobus si ferma a soli 200 metri dall’accesso alla spiaggia e devo dire che è molto comodo.

Sa Calobra – Escorca

Scenario completamente diverso ma non meno suggestivo. All’interno di un meraviglioso golfo circondato da imponenti montagne troviamo una delle più suggestive calette di Maiorca. Situata nella zona nord-ovest dell’isola, Sa Calobra è composta da sassi bianchi ed è caratterizzata da scogliere che sovrastano la spiaggia, ricavate dalle pareti di un canyon scavato negli anni dal fiume Torrent de Pareis. La spiaggia, per la sua particolarità, sembra un vero e proprio scenario cinematografico si accede tramite una galleria pedonale che attraversa le rocce, ed è possibile raggiungere il canyon del fiume, lungo più di due chilometri e composto da pareti di roccia alte oltre 200 metri. Nei mesi estivi, quando il torrente è in secca, i turisti riescono a raggiungere la distesa di sabbia percorrendo un affascinante percorso di trekking che parte dal paese di Escorca.

Playa  de Formentor

La spiaggia di cala de Formentor  è il lembo di terra più settentrionale dell’ isola, si estende per circa 12 Km di lunghezza e 3 di larghezza. Se prendete la strada che parte dal villaggio di Port de Pollenca, la strada di montagna vi consentirà di apprezzare paesaggi e scenari mozzafiato.

Lungo questa strada dopo circa 4 km non perdetevi una tappa allo spettacolare Mirador des Colomer, luogo dove la scogliera si erge a picco sul mare qui l’espressione “la vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare” non potrebbe essere più azzeccata.

Nelle giornate terse l’aria che potrete respirare in questo luogo è qualcosa che ha realmente il potere di catapultarvi in una dimensione ultra terrena.

Percorrendo ancora qualche Km si arriva a Playa de Formentor magnifico lembo di costa dalla sabbia dorata le cui acque sono calme e cristalline dalle tonalità verdastre date dalla rigogliosa pineta che la circoda.

La spiaggia è un po’ stretta ma la sua quiete vi rapirà è consigliabile rimanerci quanto più possibile per gustarvi i vari cambiamenti di colore che vi regalerà la luce nei vari orari del giorno l’emozione non mi è possibile descriverla.

Se siete dei romanticoni poi percorrendo altri 6/7 Km arriverete a Camp de Formentor l’estrema punta dell’isola dove potrete ammirare il tramontare del sole sul mare e il suo spettacolare faro che si staglia in questo scenario surreale. all’ alba invece se il tempo lo permette è possibile da qui è possibile ammirare Minorca.

Per qualcuno la strada può risultare un pò paurosa in certi tratti essendo spesso a picco sul mare e sulle rocce ma lo spettacolo alla quale assisterete vi ripagherà lasciandovi senza fiato.

Porto Cristo

Porto Cristo si trova sulla costa orientale di Maiorca non lontana da Sa Coma, Cala Millor e Manacor. Inutile dirvi che il mare è esattamente come in una di quelle cartoline dove ci lasci il cuore.

Località conosciuta soprattutto per le grotte del Drago o Cuevas del Drach Il nome Grotte del Drago indica quello che si prova visitandole, sembra di stare nelle fauci di un vero e proprio Dragone, per via della quantità incredibile di stalattiti e stalagmiti. Queste 4 grotte ovvero “la grotta dei Francesi”, quella “di Luigi Salvatore”, “la grotta Bianca” e la “grotta Nera” le cavità più grandi del mondo. Formatesi grazie alle infiltrazioni di acqua nel corso di 300 milioni di anni, si sviluppano in orizzontale per quasi 1.200 metri  ad una profondità massima di 25 metri. L’ illuminazione elettrica progettata dall’ingegnere Catalano Sr.Buigas consente di ammirare con estasi questo scenario incredibile. A completare il tour, un bellissimo giro in barca sul lago sotterraneo Martel considerato uno dei più grandi esistenti al mondo. costo del biglietto all’ incirca 15 euro.


Nelle vicinanze vi segnalo con piacere Cala de Mallorca, Cala Bona, Cala Romantica e Canyamel, tutte meritano un tuffo.

Cala Mondragò

Selvaggia e libera la spiaggia di Cala Mondragò si trova a 8 chilometri a sud di Cala d’Or, nella parte meridionale di Maiorca, cerca de  la  playa   di S’Amarador che è facilmente raggiungibile a piedi seguendo un sentiero di 400 metr circa .La spiaggia fa parte del Parc Natural Mondragò, una delle zone più affascinanti dell’isola grazie alle dune di sabbia, alle foreste di pini, alle splendide baie sabbiose e alle calette rocciose. Cala Mondragò, conosciuta anche come Calò de n’Alis, è fiancheggiata da due promontori rocciosi. Piccola ma molto affollata durante i mesi di luglio e agosto. Lunga 75 metri e profonda 60.  Sabbia bianca e finissima degrada dolcemente nel mare turchese dell’insenatura. Tra le attività di Cala Mondragò, la più popolare è lo snorkeling grazie alla limpidezza delle sue acque e ad alcune formazioni rocciose del fondale. Per raggiungere la baia potete spostarvi in auto e sostare al parcheggio gratuito oppure prende l’autobus da Cala D’or.

La mia preferita Caló des Moro

Nella lista delle spiagge e cale più belle di Maiorca, Caló des Moro è sicuramente la più spettacolare, ma anche la più difficile da raggiungere. Infatti, per arrivare a questa cala dovrete cercare su Google Maps la posizione esatta. A soli 6km da Santany, nella parte sudorientale dell’isola, Caló des Moro è un angolo davvero imperdibile, tanto da essersi guadagnata il soprannome di “chicca da mantenere segreta”.

Caló des Moro è circondata da scogliere a strapiombo sul mare la baia non è grande solo 40 metri di bianchissima sabbia che si allarga nelle cristalline acque del Mediterraneo la rendono perfetta per una giornata al mare, tra bagni e sole. Qui il colore del mare presenta tutte le tonalità del turchese.

E’ necessario camminare un po’ , circa 1 km superando la bella cala S’Almunia, prima di raggiungere questa meravigliosa cala

Il sentiero che scende alla profonda baia è molto ripido fatto da scalette naturali   durante la discesa si ha una splendida vista sul verde, ricoperto di vegetazione, enormi pareti rocciose che racchiudono la spiaggia lateralmente. Possono essere scalate da scalatori esperti. Si dovrebbe considerare attentamente se si vuole farvi fronte in infradito o meglio scegliere una scarpa più stabile. Tuttavia, la spiaggia non è consigliata per le famiglie con bambini piccoli.

Arrivando presto al mattino si riesce a stare quasi soli in paradiso purtroppo tende ad affollarsi e in tarda mattinata è difficile anche trovare un piccolo spazio per sedersi ma non ci sono servizi.

Stay tuned and read my travel blog for new journeys!